Nata a Lecce, ha studiato a Parma, sia legge che filosofia, conseguendo due lauree, ma l’arte visiva l’ha sempre appassionata tanto da iniziare, sin da giovanissima, ad interessarsi di scrittura e poi anche di teatro, diplomandosi presso il Teatro Due di Parma, in contemporanea agli studi universitari.

Oggi vive ed opera a Bologna, una città a sua misura, dove ha potuto conseguire intense esperienze di crescita personale, che ad un certo momento della vita, l’hanno spinta a lasciare il sicuro lavoro di avvocato, per dedicarsi coraggiosamente, all’arte.

Ha approfondito le sue nozioni tecniche frequentando dapprima il pittore e scultore Francesco Martani e in seguito, alcuni rinomati maestri bolognesi, da Paolo Gualandi e Nino Noce a Davide Peretti Poggi -figlio del noto pittore Wolfango- e infine, Demetrio Casile.

Attualmente, Maria Luisa Vergara può definirsi esperta nell’ambito della pittura: al suo attivo ha un numero consistente di opere che possono essere suddivise in tre tipologie di valori creativi: il ritratto vero e proprio, in cui si evidenzia la caratteristica psicologica del soggetto raffigurato; un secondo genere dedito al linguaggio dei simboli che emergono, quasi inconsciamente, dalla raffigurazione stessa del soggetto, sulla tela.

Infine vi è l’espressione visiva di un inconscio che, utilizzando come transfert la meditazione, raffigura diversi piani e diversi strati dell’essenza e dell’inconscio.

In questi anni la pittrice ha iniziato a far conoscere la propria arte al vasto pubblico, attraverso mostre personali e collettive in Italia, che le hanno premesso di farsi apprezzare da critici di fama e collezionisti.

(Tratto dal catalogo In other worlds  Di Anna Rita Delucca,  Edito  da La Corte di  Felsina, Bo 2022)

  • Mappa Bologna

I nostri Partners

EnglishItalian